La fase 2 della missione ExoMars è slittata al 2020

name-marte

Roscosmos, l'Agenzia Spaziale Federale Russa, e ESA, l'Agenzia Spaziale Europea, hanno annunciato ieri che la fase 2 della missione ExoMars è stata ritardata fino al 2020, a causa del fatto che le società non spediranno un drone su Marte prima della fine di questa decade. La seconda fase della missione ha lo scopo di scoprire se esiste (o è mai esistita) vita aliena sul Pianeta Rosso. "Tenendo conto dei ritardi nelle attività industriale e nelle consegne del payload scientifico, un lancio nel 2020 appare come la soluzione migliore," hanno confermato le due agenzie spaziali.

Si tratta di una task force congiunta tra Roscosmos e ESA, le quali speravano di lanciare il rover entro il 2018. Purtroppo le sfide tecniche che si sono presentate nel corso del tempo hanno posticipato la data di lancio dopo il 2020.

La prima fase della missione ExoMars ha coinvolto due veicoli spaziali spediti su Marte. Entrambi i device sono attualmente in viaggio verso il pianeta, sul quale dovrebbero atterrare ad ottobre. La sonda Trace Gas Orbiter orbiterà Marte e misurerà tutti i tipi di gas nell’atmosfera, mentre il lander Schiaparelli cercherà di atterrare sul pianeta.

Il rover che avrebbe dovuto essere inviato all’inizio della fase 2 è stato progettato per esplorare il Pianeta Rosso e raccogliere campioni di terreno.

 

 

 

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA