Con Android N, Google mette Stagefright a tacere per sempre

malware

Vi ricorderete che lo scorso anno si è parlato molto di una vulnerabilità nella sicurezza di Android che venne battezzata Stagefright. Per chi non lo ricordasse, permetteva agli hacker di accedere agli smartphone semplicemente mandando un MMS che veniva processato dal telefono il quale, a sua volta, ne eseguiva il codice.

La buona notizia è che Google è molto attiva nel mandare aggiornamenti di sicurezza ai suoi utenti, su base regolare. Questo, però, non è stato abbastanza e Google ha deciso di risolvere la questione una volta per tutte con Android N. Secondo quanto fa sapere la stessa azienda, Google ha deciso di dividere i mediaserver e i permessi di Android in diverse componenti e sandbox.
Questo significa che se qualche aspetto rischia di essere compromesso, questo sarà limitato grazie alle sandbox. Secondo Google, “questo garantirà a chi attacca l’accesso a molti meno permessi e mitiga l’escalation riducendo la parte di kernel esposta all’attacco”.
È una questione molto tecnica, ma basti sapere che Android N punta a mettere a tacere Stagefright a tacere una volta e per tutte. Naturalmente, questo non significa che non ci potranno essere altre minacce o falle perché è nella natura delle cose, ma data l’estrema pericolosità di Stagefright speriamo che almeno questo capitolo sia chiuso definitivamente.

Tags :Sources :ubergizmo usa