La cittadina svizzera che permetterà l’uso di bitcoin ai suoi abitanti

bitcoin-legal

Il mondo di Bitcoin sta attraversando un momento controverso. Solo una settimana fa, un australiano ha dichiarato di essere lui l'inventore della criptomoneta, ma le sue dichirazioni sono state accolte con molto scetticismo complice il fatto che l'uomo si è rifiutato di fornire prove di quanto affermava.

A parte le controversie, pare che le cose per bitcoin non vadano affatto male e sembra che ci sia una cittadina svizzera che ha deciso di iniziare un test. Stiamo parlando di Zug, che ha stabilito che permetterà ai suoi cittadini di pagre servizi pubblici prorio con bitcoin.
Ci saranno delle limitazioni, come il fatto che si potrà usare la moneta solo per i servizi pubblici della città e solo per importi pari o inferiori a 200 franchi, che ha un senso specialmente se non avete liquidi nel portafogli.
Il test comincerà l’1 luglio prossimo e dimostrerà, anche se su bassa scala, anzi bassissima, come bitcoi può essere usata per le transazioni di tutti i giorni. Finora abbiamo visto usare questa moneta solo da alcuni rivenditori, come la piattaforma di gioco Steam di Valve che ha iniziato ad accettare questi pagamenti, ma come abbiamo già detto, l’uso della criptomoneta per la vita di tutti i giorni è un esperimento interessante perché esce dalla nicchia in cui è stata finora.

Tags :Sources :ubergizmo usa