DARPA sta sviluppando dei droni sottomarini nascosti

underwater-drones

Come saprete disponiamo di droni in grado di sparare missili e effettuare sorveglianza... ma per quanto riguarda sott'acqua? Quando si tratta di "battaglie navali" ci troviamo di fronte a imbarcazioni come incrociatori e cacciatorpedinieri, senza dimenticare i sottomarini! Ad ogni modo, grazie agli ultimi sforzi di DARPA, potremmo presto assistere all'utilizzo di droni sottomarini nascosti.

L’idea è che la marina nasconda dei “baccelli” nelle profondità oceaniche in modo che, in caso di necessità, questi possano essere attivati in remoto scatenando un attacco a sorpresa contro il nemico. Soprannominati Upward Falling Payloads (UFPs), i baccelli saranno in grado di lanciare droni che potrebbero attaccare il nemico o sorvegliare le sue mosse.

In alternativa, invece di contenere droni, i baccelli potrebbero essere riempiti con dei sistemi di armamento quali missili o mine navali pronti a sorprendere le navi nemiche! Detto questo, uno dei temi caldi del momento è quello di tentare di capire come mantenere questi baccelli nel mare per lunghi periodi di tempo, per non parlare di questioni del tipo come “comunicare con i baccelli” e la sopravvivenza di questi ultimi con la forte pressione presente negli abissi.

Al momento DARPA sta ancora sviluppando questo tipo di tecnologia ma l’azienda si aspetta che, durante la fase 3, potranno avere luogo le prime prove in acqua.

 

 

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA