States: i floppy disk sono ancora utilizzati per i lanci nucleari

floppy-disk-640x311

Se consegnerete ad un bambino un floppy disk è molto probabile che egli non avrà idea di che cosa si tratti. Dopo tutto le nuove generazioni sono abituate a memorizzare i loro dati su chiavette USB, dischi rigidi esterni e schede di memoria. I floppy disk sono ormai un lontano ricordo.

Tuttavia, nonostante si tratti di una tecnologia antiquata e obsoleta, sembra che il Pentagono ed altre agenzie statunitensi facciano ancora affidamento sui floppy disk per  alcune delle loro attività. Tra queste, inaspettatamente, spicca il comando e il controllo dell'”operatività delle forze nucleari della nazione.” Avete letto bene, da qualche parte negli States c’è un computer IBM/Serie 1 che si occupa del controllo degli armamenti nucleari del Paese.

Per chi non lo sapesse l’IBM/Serie 1 è stato prodotto per la prima volta nel 1976, il che significa che si tratta di un computer che ha da poco compiuto 40 anni. Parlando ad AFP, il tenente colonnello del Pentagono Valerie Henderson ha dichiarato che “questo sistema rimane in uso perché, tutto sommato, funziona ancora“. Questa rivelazione ha avuto luogo a seguito della diffusione di un report del governo che mostrava quando denaro fosse utilizzato per mantenere operativi dei sistemi obsoleti.

Ad ogni modo vi ricordiamo come, negli States, non si tratta di certo di un caso isolato. L’anno scorso è stata infatti diffusa la notizia che una scuola superiore di Grand Rapids utilizza un computer del 1980 per la gestione del sistema di riscaldamento. Ovvio, il controllo di un riscaldamento scolastico e di una testata nucleare sono due cose ben diverse, ma immaginiamo che in molti pensano che non sia necessario adoperarsi per riparare qualcosa che non si è ancora rotto.

 

 

 

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA