L’integrazione di Motorola in Lenovo “non ha soddisfatto le aspettative”

motorola-moto-x-2nd-gen-hands-on-10-640x426

Nel gennaio del 2014 Google confermò di aver venduto Morotola a Lenovo per 3 miliardi. Il gigante cinese acquisì Motorola Mobility senza buona parte dei suoi brevetti che restarono nelle mani di Google. Da allora Lenovo ha lanciato alcuni dispositivi tenendo Motorola sotto la sua ala anche se non sono mancati i rumor secondo i quali l'azienda intendeva far sparire l'iconico brand, ma Lenovo ha continuato ad usarlo. Le cose però sembrano non essere andate come ci si aspettava.

Ormai è passato del tempo dall’acquisizione e secondo i report sull’ultimo trimestre resi noti oggi dall’azienda, gli sforzi fatti per integrare Moto “non hanno soddisfatto le aspettative”.
Lenovo ha acquisito Motorola perché voleva risollevare le proprie sorti nel mercato degli smartphone, diventando il terzo produttore mondiale in grado di competere con Apple e Samsung.
Questo è successo per breve tempo, ma poi sono arrivati i produttori cinesi come Huawei, Xiaomi, Oppo e Vivo che hanno seriamente minato la posizione di Lenovo. L’azienda ha anche dovuto ammettere che i suoi sforzi per spingere il brand Moto in Nord America non sono andati a buon fine.
Nonostante tutto questo, Lenovo non ha ancora rinunciato al mercato degli smartphone né a Motorola. Di recente ha lanciato nuovi dispositivi con il marchio e sta cercando di mettere in campo una strategia più aggressiva per ricavare una fetta di mercato per sé.

Tags :Sources :ubergizmo usa