Apple lavora a una rapida estensione di Apple Pay

apple_pay-640x512

Si è detto molto su quanto sia comodo e pratico Apple Pay e, soprattutto, su quanto sia sicuro, ma sfortunatamente, a parte alcuni stati, il sistema di pagamento mobile di Apple non è molto diffuso. Anche quando è stato esteso ad nuovi paesi come l'Australia, l'uso iniziale è stato limitato ai soli titolari di carta American Express.

La buona notizia è che Apple ha capito che la diffusione è un po’ lenta ed ha deciso di accelerare un po’ le cose per raggiungere quanti più utenti possibile. Parlando con quelli di TechCrunch, la vicepresidente di Apple Pay Jennifer Bailey ha dichiarato che Apple sta lavorando al rilascio del servizio in altre aree dell’Europa e dell’Asia.
Sfortunatamente, Bailey non è andata oltre, quindi non sappiamo quali paesi saranno coinvolti dall’espansione di Apple Pay. Attualmente, il servizio è disponibile in Cina, a Singapore, e dovrebbe arrivare anche ad Hong Kong e in Spagna nei prossimi mesi. Oltre a questo, però, non ci sono altri dettagli che possano farci intuire quali utenti potranno cominciare ad usarlo a breve.

Bailey poi ha spiegato alcuni criteri che Apple valuta prima di decidere se lanciare Apple Pay in una determinata area. “Prima guardiamo alle dimensioni del mercato dei prodotti Apple – ha detto -. Poi valutiamo la penetrazione delle carte di credito e di debito e la copertura dei pagamenti contactless. Ma introduciamo Apple Pay in un certo mercato anche se la copertura del contactless è bassa perché con l’introduzione del servizio crescerà: era al 4 per cento in Usa, ma ora è al 20 per cento. Lavoriamo anche insieme ai nostri partner dove possiamo utilizzare l’integrazione con Amex e Visa per entrare nel mercato più velocemente”.

Tags :Sources :ubergizmo usa