Apple non prevede una data di chiusura del download da Apple Music

macOS_Sierra_Apple-Music-640x518

Con i servizi di streaming musicale come Apple Music, ascoltare musica legalmente è diventato più accessibile per tutti. Invece di spendere 10 euro ad album, si paga la stessa cifra per un mese intero nel quale ascoltare tutti gli album che vi vengono in mente. Per questo è comprensibile che circolassero rumor secondo i quali Apple stava pensando di chiudere il servizio di download entro qualche anno.

I rumor sono stati rigettati, ma in un’intervista a Billboard, la questione della chiusura del servizio di download è tornata in discussione. Billboard ha chiesto ad Eddy Cue: “Le etichette musicali e gli editori sono preoccupati del calo delle vendite in termini di download. Ci aspetta un futuro di solo streaming? E quando?”.
Cue ha risposto: “Non c’è alcuna data di fine e stando ai fatti dovrebbero solo essere sorpresi e grati per i risultati che ottengono perché gli affari su iTunes vanno molto bene. I download non crescono e certamente non cresceranno, ma non calano alla velocità che loro avevano previsto o pensato che sarebbe successo”.

Trent Reznor, che lavora ad Apple Music, ha aggiunto che anche se il calo dei download è inevitabile, non vede perché lo streaming e il download non possano convivere fianco a fianco. “Penso sia inevitabile che i download calino, com’è successo ai CD – ha dichiarato -. Ma io ho cominciato a comprare vinili, forse per nostalgia, ma anche perché è qualcosa di fisico che per me significa molto, come artista. Penso che la coesistenza sia possibile”.
Nel frattempo, iOS 10 apporta alcune modifiche ad Apple Music, come dei miglioramenti all’interfaccia utente per rendere più facile la navigazione e l’introduzione di nuove funzionalità come i testi delle canzoni.

Tags :Sources :ubergizmo usa