Su iOS 10 non si potranno cancellare le app native (come si credeva)

ios_10_stock_apps

All'inizio della settimana, dopo l'annuncio di iOS 10, si è scoperto che nell'ultima versione del sistema operativo mobile di Apple, l'azienda ha introdotto finalmente una funzione che gli utenti chiedevano da tempo: la possibilità di cancellare le app native, che la maggior parte delle volte gli utenti infilano in un'unica cartella solo per non vederle lì in prima fila.

Sfortunatamente, pare che la funzione non sia davvero quella che pensavamo che fosse. A prima vista, sembrava molto semplice premere la X e rimuovere il programma. Se volete di nuovo quell’app, dovrete scaricarla di nuovo, come con le comuni app. Tuttavia, durante The Talk Show di John Gruber, il SVP del dipartimento software Craig Federighi ha chiarito l’equivoco su iOS 10.

A quanto pare quello che succede è che le app non vengono davvero cancellate dal dispositivo. Invece, tutto quello che succede è che vengono cancellati i dati dell’utente associati all’app in questione e viene nascosta l’icona alla vista. Se siete un po’ delusi da questa notizia perché pensavate di potere cancellare davvero i software e liberare dello spazio, sappiate che non c’è molto da liberare qui.
Federighi stima che tutte la app native di Apple insieme non occupano più di 150MB di spazio, il che significa che anche se avete un iPhone da 16GB, non saranno certo i 150MB a fare la differenza.

Tags :Sources :Ubergizmo usa