La nuova app Photos di Mac OS Sierra è in grado di riconoscere le espressioni facciali

macos-sierra-photos-640x370

Da quando la pellicola è sparita dalla maggior parte delle macchina fotografiche, scattare una foto è diventato un gesto che facciamo quasi "senza pensare", specie da quando i vari servizi di cloud possono espandere praticamente all'infinito la nostra memoria.

Questo è il motivo per cui, quando si tratta di sistemare le foto, potremmo incorrere in qualche inconveniente dimenticandoci la location di una certa foto, il periodo ed informazioni simili. Tuttavia sembra che Apple abbia apportato alcune modifiche alla sua app Photos per macOS Sierra, permettendo a quest’ultima di rilevare fino a 4432 oggetti e 7 espressioni facciali.

Questo a grazie un post su Medium dell’utente Kay Yin, il quale ha scoperto l’applicazione è in grado di rilevare espressioni come disgusto, neutro, urlo, sorriso, sorpresa e sospetto. Secondo Yin, “l’applicazione Photos riconosce e distingue ben 7 espressioni facciali. Le espressioni sono distinte dopo la formazione di una ‘faceprint’. Queste informazioni sono utilizzate per la ricerca e sono inoltre valutate e indicizzate per generare Memories e montaggi.”

Inoltre, come abbiamo già anticipato, il software può rilevare fino a 4432 scene e oggetti diversi, il che significa che gli utenti potranno ordinare le loro foto secondo la ricerca di un particolare ambiente o secondo la presenza di un particolare oggetto. MacOS Sierra è attualmente in beta e dovrebbe essere rilasciato entro la fine dell’anno.

 

 

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA