La dogana statunitense potrebbe controllare i social media dei viaggiatori in ingresso e in uscita

dogana-facebook-free-basics-internet-egitto-counter-speech-messenger

Solitamente quando si viaggia all'estero è necessario compilare alcuni moduli che richiedono nome, indirizzo di casa, numero di passaporto, indirizzo della struttura nella quale si soggiornerà e così via. Per la maggior parte si tratta di una procedura standard ma, negli Stati Uniti, potrebbe presto essere richiesto di lasciare i dati dei propri social media.

Una recente proposta di legge suggerisce infatti che i visitatori che viaggiano da e verso gli States dovranno compilare un modulo dati aggiuntivo relativo ai social media. Probabilmente questo permetterà alla dogana di verificare lo stato delle piattaforme per verificare la presenza di eventuali messaggi anti-americani, violenti e simili.

Tuttavia la buona notizia per i sostenitori della privacy è che quest’ultima non sarà una procedura obbligatoria, gli utenti potranno infatti scegliere di non compilare questa sezione.  A questo punto sorge però spontaneo chiedersi quale sia l’effettiva utilità della sezione, dal momento che un ipotetico sostenitore dell’Isis potrebbe benissimo scegliere di non compilarla.

In ogni caso, trattandosi di una proposta, dovranno passare 60 giorni prima che questa venga considerata formalmente.

 

 

 

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA