L’intelligenza artificiale batte il pilota esperto in numerose simulazioni di combattimento in volo

intelligenza artificiale-ai-pilot-alpha-640x427

Vi siete mai chiesti se saremmo in grado di fronteggiare un'eventuale rivolta robot? Probabilmente non saremmo in grado di tener testa alle macchine! Recentemente un dottorando dell'Università di Cincinnati è riuscito a creare un'intelligenza artificiale pilota abbastanza intelligente da avere la meglio durante una simulazione di combattimento aereo con un vero pilota non solo una volta, ma ogni singola volta che il test è stato effettuato.

In ogni caso il vero pilota non era di certo un novellino, si trattava del colonnello della US Air Force (ora in pensione) Gene “Geno” Lee, un ex  Air Force Battle Manager ed esperto di tattiche avversarie. Senza alcun dubbio una persona ben consapevole di quello che stava facendo.

Lee ha elogiato ALPHA (l’AI) dichiarando: “Sono rimasto sorpreso da intelligenza, consapevolezza e reattività del device. Sembrava che l’AI conoscesse le mie intenzioni e reagisse immediatamente ai miei cambiamenti di volo e al mio schema di schieramento missili. Sapeva come abbattere i miei colpi, alternando alla perfezione tattiche difensive e offensive.

Lee ha inoltre aggiunto: “Vado a casa stremato. Sono stanco, svuotato e mentalmente esausto. Questa può anche essere un’intelligenza artificiale, ma rappresenta una sfida vera e propria.” Tutto ciò è dovuto al metodo di funzionamento di ALPHA, basato su un sistema decisionale denominato ‘albero a genetica sfocata’, il quale permette al software di affrontare i problemi con gli stessi meccanismi che applicherebbe la mente umana (ma molto più rapidamente), considerando variabili e priorità.

 

 

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA