Florida: sostene di aver inventato l’iPhone e pretende 10 miliardi di risarcimento da Apple

florida-man-iphone-patent-1-640x399

Un uomo residente in Florida, Thomas Ross, sostiene di avere inventato l'iPhone nel 1992, e pretende 10 miliardi di dollari di risarcimento da Apple.

Sì, egli aveva creato un dispositivo elettronico nel 1992, ma non somiglia per niente al telefono uscito nel 2007. Si tratta infatti di una semplice struttura rettangolare dotata di schermo, simile a qualsiasi altro dispositivo disponibile all’epoca.

florida-man-iphone-patent-2-400x640

il brevetto mostra che il device è dotato di un drive per dischetti da 3,5 pollici, un’antenna cellulare, celle solari, MS-DOS ed una tastiera fisica completa. Il design del prodotto non ha nemmeno i bordi dritti, risulta quindi davvero difficile immaginare un furto di idee da parte di Cupertino.

Tuttavia Ross è convinto di aver subito un torto da Apple e pretende dunque 1 miliardo di dollari di danni, ovvero l’1,5%  dei ricavati delle vendite iPhone, al quale di aggiungerebbero dai 3 ai 4 miliardi di dollari l’anno.

In ogni caso il brevetto è l’unica prova nelle mani di Ross il quale, come se non bastasse, non vanta più diritti sul brevetto in quanto ha smesso si pagare le tasse di registrazione richieste. Lo US Patent and Trademark Office ha infatti dichiarato la domanda di brevetto “abbandonata” dal 1995.

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA