SoftBank potrebbe acquisire ARM per 32 miliardi di dollari

softbank-bot-640x456

Nomi come Qualcomm, Nvidia, Samsung, Apple, e Huawei sono abbastanza comuni quando si tratta di chipset per smartphone. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, queste società basano i loro chipset sui progetti di una società britannica di nome ARM. Ebbene, sembra che quest'ultima potrebbe presto diventare proprietà dell'azienda giapponese SoftBank.

Il vendor ha infatti recentemente annunciato l’acquisizione di ARM per l’enorme ammontare di 32 miliardi di dollari (via Financial Times). Dato che abbiamo già osservato SoftBank esprimere il proprio interesse nel settore mobile (vedi l’acquisizione diuna quota di maggioranza di Sprint), questa manovra suona perfettamente logica. Al momento il numero di dispositivi che contiene un processore ARM è pari a 15 miliardi. Si tratta di un incremento di ben 9 miliardi dal 2010. Finora SoftBank è l’unico vendor ad aver annunciato le sue intenzioni, ma pare che ci potrebbero essere altri concorrenti in gara, i quali potrebbero iniziare una “guerra” di offerte!

Dopo tutto con così tanti dispositivi basati sui progetti ARM, in molti preferirebbero che SoftBank non finisca per monopolizzare il mercato. I progetti ARM non sono inoltre un esclusiva per smartphone, in quanto possono essere utilizzati in sensori per automobili, sensori IoT e molto altro.

 

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA