Pokemon Go: un giovane “allenatore” francese ha sconfinato in una base militare indonesiana

pokemon-go-1-640x364

Pokemon GO può talvolta risultare tanto avvincente da spingere le persone ad esplorare aree che mai avrebbero pensato di percorrere a piedi. Siamo infatti venuti a conoscenza di alcuni incidenti come quello che ha coinvolto due gamer precipitati in un dirupo (sopravvissuti, per fortuna) o di un altro che per catturare un pokemon ha centrato un albero con la macchina.

L’incidente più recente potrebbe avere conseguenze legali piuttosto disastrose in quanto un ragazzo francese di 27 anni, Romain Pierre, è stato arrestato dopo essere stato colto a sconfinare in una base militare indonesiana a Cirebon, mentre stava cercando nuovi pokemon. A quanto pare il giovane ha ben pensato, al posto di chiarire l’equivoco, di darsi alla fuga, per essere catturato in un posto di blocco poco lontano.

In ogni caso il giovane è stato rilasciato poche ore più tardi, una volta chiarito che il suo ingresso nel complesso risultava del tutto involontario. Un’altra “vittima” della caccia ai pokemon. A quanto pare le preoccupazioni della Cina non erano poi così infondate!

È interessante notare come, nonostante il gioco debba ancora essere lanciato ufficialmente nel paese, il governatore di Jakarta ha espresso il suo interesse per il software, in quanto potrebbe essere utilizzato per rafforzare il turismo nel paese.

 

 

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA