Lo scanner dell’iride del Galaxy Note 7 ha delle limitazioni

galaxy-note-7-irisscanner-441x640

In un video rilasciato poche ore fa, abbiamo visto un video del presunto scanner dell'iride del Galaxy Note 7 di Samsung e pare sia alquanto veloce. Se la funzione sarà davvero fedele a quello che abbiamo visto nel video, gli utenti ne saranno felici dato quanto è veloce. E anche se bisogna ancora fare un confronto con o scanner per le impronte digitali, a prima vista sembra davvero rapido.

Tuttavia, pare che ci sia qualche limitazione. Secondo uno screenshot pubblicato di recente, pare che lo scanner dell’iride che sarà sul Galaxy Note 7 avrà dei limiti nell’utilizzo. uno di questi riguarda la distanza a cui deve essere tenuto il telefono rispetto al volto dell’utente, ovvero circa 25/35 cm. Inoltre sembra che occhiali, lenti a contatto e occhiali da sole siano da evitare se si vuole che funzioni a dovere.
Supponiamo che questo possa avere a che fare con il riflesso che potrebbe interferire con una corretta identificazione. Non siamo sicuri di quale sarebbe il margine di errore indossando degli occhiali, ma se fosse alto sarebbe davvero un problema per gli utenti dover togliere e rimettere gli occhiali ad ogni sblocco del telefono, per non parlare delle lenti a contatto.
Detto questo, tutte le novità hanno dei lati negativi. Per esempio, lo scanner delle impronte digitali di solito non funziona granché bene con le dita bagnate o umide e peggio ancora (ovviamente) con i guanti. Ma ci riserviamo di vederlo all’opera live per capire quanto questo problema possa incidere sull’usabilità.

Tags :Sources :ubergizmo usa