L’autenticazione a due fattori via SMS potrebbe presto essere bannata

A user enters a second factor authentication password at log on

I sistemi di autenticazione a due fattori tramite SMS è uno strumento utile per verificare l'identità di un utente. Questo perché a differenza dei sistemi di messaggistica istantanea come WhatsApp, gli SMS possono essere usati anche se non avete connessione dati mobili e volete effettuare un pagamento o un login su PC.

Tuttavia, sembra che questo sistema stia per essere bannato per sempre. Stando all’US National Institute for Standards and Technology, infatti, si sta pensando di superare questo metodo. Ma perché? Certo sembra strano, specialmente se si pensa che in realtà funziona.
È vero che funziona, ma pare che l’organizzazione creda che gli SMS non siano così sicuri come dovrebbero, almeno non per la verifica di un account.

Questo ha senso se pensiamo al fatto che il telefono può essere rubato e questo permetterebbe di accedere all’identificazione tramite SMS, oppure il telefono può essere hackerato e il contenuto degli SMS spiato o rubato.
Qualcuno ha avanzato l’ipotesi che un’alternativa potrebbe essere un’app sicura o tramite i dati biometrici come quelli acquisiti dagli scanner per impronte digitali o quelli per l’iride. Del resto, aziende come Apple usano già le impronte digitali per verificare e identificare i propri utenti Apple Pay. E chissà che l’introduzione dello scanner dell’iride da parte di Samsung non si apra anche a questa possibilità.

Tags :Sources :ubergizmo usa