Google collabora con GSK per creare dei farmaci bioelettronici

gsk1

Esistono farmaci per vari tipi di disturbi quali artrite, asma e così via. Questi vengono talvolta somministrati in pillole, mentre altre volte sono disponibili sotto forma di iniezioni o gocce. Tuttavia il futuro della medicina potrebbe andare in una direzione del tutto diversa, stiamo parlando di dispositivi impiantabili che andrebbero a "gestire" automaticamente alcuni tipi di disturbi. 

Ed è proprio questo il fulcro di una recente partnership tra Google e GSK. In ogni caso, volendo essere precisi, è opportuno specificare che non si tratterà propriamente di Mountain View ma di Verily, un filiale di Alphabet precedentemente conosciuta come Google Life Sciences. Le due aziende coinvolte nella collaborazione puntano a creare un nuovo vendor, denominato Galvani Bioelectrics, il cui obiettivo sarà lo sviluppo di farmaci bioelettrici.

Si legge nel comunicato stampa di GSK: “La medicina bioelettronica è un campo di studio scientifico relativamente nuovo, finalizzato all’affrontare una vasta gamma di malattie croniche utilizzando dispositivi impiantabili miniaturizzati in grado di modificare i segnali elettrici che attraversano il corpo, compresi gli impulsi irregolari o alterati che caratterizzano molte malattie.

La partnership vedrà GSK in possesso del 55% delle quote della nuova società, mentre Verily deterrà il 45%. Entrambe le società dovrebbero investire nel progetto 540 milioni di sterline, nel corso di 7 anni. Questa non è la prima volta che abbiamo visto Google imbarcarsi in imprese nel campo della medicina/saute. Un paio di anni fa l’azienda aveva prodotto un particolare tipo di lente a contatto in grado di monitorare i livelli di glucosio di coloro che la indossavano.

 

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA