Pokemon GO: Niantic motiva l’interruzione delle tracking app per il gioco

pokemon-go-640x372

Con l'ultimo aggiornamento, Pokemon GO ha reso inutilizzabili i servizi di monitoraggio e le applicazioni come Pokevision. In quel momento Niantic aveva spiegato che l'azione era stata motivata dal fatto che questo tipo di applicazioni impediva alla società di mantenere la qualità del servizio, spiegazione che aveva spinto il creatore di Pokevision a scrivere una lettera aperta al vendor.

Ad ogni modo, preferendo evitare “scoccate” varie, Niantic aveva preferito porre fine una volta per tutte alle speculazioni tramite un post piuttosto dettagliato sul sito web dell’azienda (via Kotaku). Per cominciare sembra che i servizi stessero consumando le risorse dei server di gioco, quindi Niantic aveva optato per il blocco in modo da ottenere un calo delle risorse consumate, così da poter garantire un lancio regolare di Pokemon GO in America Latina.

Gli sviluppatori devono spendere tempo a controllare questi problemi, togliendo tempo e risorse allo sviluppo di nuove funzionalità. Vale la pena sottolineare che alcuni degli strumenti utilizzati per ‘raschiare’ l’accesso ai server hanno aperto la strada ad una maggiore incidenza di bot e cheat, che hanno impattato negativamente sull’esperienza degli utenti,” ha dichiarato Niantic.

Non ci aspettavamo che questi tentavi sarebbe calati d’incidenza. Ma ci teniamo a farvi capire che  abbiamo preso provvedimenti con il solo fine di mantenere la stabilità e l’integrità del gioco,” hanno aggiunto gli sviluppatori. Che ne pensate, siete soddisfati di queste spiegazioni?

 

 

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA