Niente GIF per le Olimpiadi: sono le regole decise dal COI

rio-2016

Le GIF sono un modo per condividere porzioni di video che pensate siano rilevanti o particolarmente attinenti ad uno stato d'animo, un fatto, un pensiero. O anche solo per condividere immagini divertenti. Ma a prescindere da quale sia l'uso che ne fate, il Comitato Olimpico Internazionale ha vietato agli operatori dell'informazione che coprono le Olimpiadi di Rio di creare GIF basandosi sugli eventi sportivi.

Secondo le regole, “l’Olympic Material non deve essere diffuso su servizi interattivi”. Questo perché “permetterà agli spettatori di compiere una scelta di visione su un canale e da lì di vedere l’Olympic Material di volta in volta e programmi in momenti diversi da quando vengono diffusi come parte del News Program”. La regola prosegue dicendo: “In oltre, l’uso dell’Olympic Material trasformato un formati grafici animati come le GIF animate, le GFY, WebM o video brevi come Vine o altro, è espressamente vietato. Secondo Mashable, l’intenzione di fondo è quella di fare sì che i contenuti video siano fruiti solo dai canali autorizzati a diffonderli e non da altri siti o prodotti editoriali che creano GIF di specifici momenti dei giochi.
A quanto pare, se qualcuno verrà colto a violare la regola, sarà denunciato, ma abbiamo sei dubbi che questo basti a fermare gli utenti del web dal creare GIF, se lo vorranno.

Tags :Sources :ubergizmo usa