Ricercatori avvisano Apple: “iMessage non è sicuro come si pensa”

imessage-640x413

Molte app di messaggistica stanno migliorando i loro livelli di sicurezza. Per esempio, WhatsApp promette una criptazione "end-to-end". Tuttavia, se siete più affezionati ad iMessage, pare che i ricercatori della Johns Hopkins University abbiano scoperto che la piattaforma è meno sicura di quanto dovrebbe.

In un report pubblicato dai ricercatori stessi, si legge che Apple dovrebbe probabilmente sostituire l’attuale metodo di criptazione della sua app iMessage. Sostengono, i ricercatori, che la piattaforma è vulnerabile ad attacchi che permettono la decriptazione di alcuni tipi di allegati, a prescindere dal fatto che l’utente sia online o no.
Il punto è che questa vulnerabilità richiede un certo livello di esperienza e di conoscenza, il che significa che non è alla portata di qualsiasi malintenzionato tenti di sfruttarla. Nonostante questo, i ricercatori pensano che Apple dovrebbe comunque preoccuparsi della cosa e rendere il sistema più sicuro. “La nostra conclusione è che se da una parte il protocollo di criptazione end-to-end di iMessage è un miglioramento rispetto ai sistemi che usano la criptazione solo sul traffico di rete (come Google Hangouts), i messaggi inviati tramite iMessage potrebbero non essere sicuri rispetto a nemici più sofisticati”, scrivono.
Significa che dovremmo essere preoccupati? Come detto, non è una vulnerabilità alla portata di tutti, quindi non è il caso di allarmarsi eccessivamente, ma sarebbe comunque una buona cosa se Apple prendesse in carico il problema e lo risolvesse.

Tags :Sources :ubergizmo usa