Google penalizzerà i siti mobile con popup invadenti

google_mobile_popup-640x384

Google sta cercando di rendere il web migliore per tutti o almeno questa è la loro intenzione. E con il mobile che diventa sempre più il modo più diffuso per accedere ai siti web, Google ha cominciato a focalizzarsi proprio sulla ricerca mobile. Recentemente, ha deciso di penalizzare i siti web che contengono noiosi popup.

Vi siete mai trovati su un sito web da dispositivo mobile, che ha un qualche popup e dei messaggi che rendono incredibilmente difficile accedere ai contenuti del sito stesso? Ecco, anche Google è parecchio infastidito da cose del genere, per questo ha annunciato che a partire dal 2017 i siti che contengono popup invasivi saranno penalizzati nelle ricerche sul proprio motore.
“Le pagine che mostrano interstitial invasivi – scrive Google – forniscono agli utenti un’esperienza peggiore rispetto a quelle che permettono un accesso immediato ai contenuti. Questo può essere problematico sui dispositivi mobili dove gli schermi sono spesso piccoli. Per migliorare l’esperienza di ricerca mobile, dopo il 10 gennaio 2017, le pagine dove i contenuti non sono facilmente accessibili per l’utente che vi arriva da ricerca mobile potrebbero non essere classificate in alto”.
Tuttavia, Google farà delle eccezioni, come per i popup che forniscono informazioni legali (come i check per l’età o le informazioni sui cookie, ecc). Anche le finestre per i login faranno eccezione e i banner che possono facilmente essere chiusi, oltre che i banner per installare le app usate su Safari e Chrome.

Tags :Sources :ubergizmo usa