Un uomo è rimasto intrappolato nel serbatoio di un bagno pubblico dopo aver tentato di recuperare il telefono di un amico

public-toilet-sign-640x427

Il titolo di questo post potrebbe sembrarvi insensato, ma in realtà è andata proprio così. È successo in Norvegia: un uomo  si era offerto volontario per recuperare il telefono di un amico caduto nel sanitario di un bagno pubblico. Ebbene, il recupero del cellulare è diventato irrilevante quando il malcapitato si è accorto di essere bloccato all'interno del bagno, senza alcuna possibilità di uscita. L'episodio ha richiesto l'intervento delle squadre di soccorso.

Cato Berntsen Larsen, ventenne e subacqueo amatoriale, si è immediatamente offerto volontario per il recupero dello smartphone dell’amico. Peccato che le cose non siano andate come previsto. Non si trattava infatti di uno di quei bagni pubblici equipaggiati con un tubo collegato alla rete fognaria, bensì di un bagno con serbatoio sotto il sedile. Larsen è riuscito a entrarvi, ma non è stato in grado di uscire.

È stato oltremodo disgustoso,” ha raccontato il giovane a VG News, aggiungendo che si è trattato dell’esperienza peggiore mai vissuta. “Non entrerò mai più in un bagno pubblico. Ho dolori ovunque”. Ricordiamo a tutti che il serbatoio di questi bagni viene solitamente svuotato una volta l’anno. Larsen è rimasto bloccato nel bagno per un’ora, immerso nelle feci fino alle cosce. I vigili del fuoco lo hanno liberato tagliando le pareti del serbatoio. Quasi ci fosse bisogno di dirlo, vi invitiamo a non cimentarvi in “imprese” di questo genere.

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA