TV 8K: Sony e Panasonic fissano la scadenza per le Olimpiadi di Tokyo 2020

japan-display-8k-640x446

Se non avevate ancora idea di dove si sarebbero tenute le prossime Olimpiadi, siamo certi che l'avrete scoperto quando, durante la cerimonia di chiusura di Rio 2016, il primo ministro giapponese Shinzo Abe ha fatto una breve comparsa nei panni di Mario. Ebbene, le più grandi aziende di tecnologia del paese hanno già messo gli occhi sull'evento, ritenuto il contesto ideale per il lancio di televisori 8K.

Ad ogni modo è necessario considerare che, almeno per ora, gli apparecchi televisivi 4K non sono molto popolari, in quanto la maggior parte dei contenuti è ancora offerta nel formato 1080p o 2K. Riteniamo comunque necessario fermarci un attimo e riflettere sul fatto che la risoluzione 8K corrisponde ad uno standard 16 volte più nitido del formato 1080, tanto per farci un’idea. In ogni caso il vero problema non sarebbe la costruzione di questi dispositivi, la quale risulterebbe piuttosto facile per aziende come Sony e Panasonic, ma la collaborazione con le diverse emittenti per la trasmissione di contenuti all’altezza.

Sony e Panasonic hanno già testato trasmissioni 8K con l’emittente televisiva giapponese NHK durante le ultime olimpiadi. Questo a causa del fatto che, nonostante risultino incredibilmente costosi, alcuni TV 8K sono già disponibili sul mercato. L’obiettivo di Sony e Panasonic è quello di far scendere i prezzi rendendo questa tecnologia abbordabile per tutti.

Le aziende hanno 4 anni per far accadere tutto questo: il lancio di TV 8K a prezzi “umani”, la finalizzazione della collaborazione con NHK e la creazione di una tecnologia di trasmissione in grado di gestire il traffico 8K. L’appuntamento è a Tokyo 2020!

 

 

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA