Una donna di 65 anni ha sparato ad un drone che sorvolava la sua proprietà

xiaomi-mi-drone-1-640x360

I droni sono dei gadget utili e divertenti, specie se si sceglie di utilizzare questi ultimi per riprese o foto incredibili, da angolazioni difficilmente raggiungibili dall'uomo. Tuttavia in alcuni casi questi device possono rivelarsi una vera e propria spina nel fianco, in quanto possono essere utilizzati per violare la privacy altrui.

Esattamente quello che è successo alla sessantacinquenne Jennifer Youngman la quale, dopo aver avvistato un drone sorvolare la sua proprietà, ha deciso di abbatterlo con un colpo di fucile da caccia. Parlando al Fauquier Times, la donna ha raccontato di aver avvistato il dispositivo mentre stava pulendo i suoi fucili. Ad ogni modo, al momento dell’avvistamento, il drone non stava sorvolando la proprietà della Youngman, la quale non era dunque disturbata dalla presenza del “visitatore”.

Tuttavia quando il device ha violato il perimetro della proprietà, la donna ha agito. “Ho caricato il fucile e ho tolto la sicura quando questa cosa è venuta a volare sopra i miei alberi. Non so se i piloti avessero perso il controllo per una qualche ragione, ma il vento si era alzato. Il drone si è messo a volare circa 25/30 piedi sopra le mie piante. L’ho fatto saltare in mille pezzi.”

Naturalmente i proprietari del dispositivo non hanno fatto i salti di gioia per l’accaduto e, una volta presentatisi alla porta della Youngman, questa ha detto loro: “La polizia sta arrivando e voi dovete andarvene,” aggiungendo: “Sono ritornati nella loro opulenta automobile – non so se si trattasse di un Hummer o di un Range Rover, e se ne sono andati.” Questa non è la prima volta che un drone viene abbattuto per aver violato la privacy altrui.

 

 

 

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA