L’UE condanna Apple per 13 miliardi di euro: Cupertino minaccia licenziamenti

apple compra l'azienda dei sensori Kinect

Tredici miliardi di euro. È questa la cifra che, secondo l'Unione Europea, Apple avrebbe evaso e dovrà restituire. Tutto si deve al trattamento fiscale del governo irlandese, particolarmente favorevole per le multinazionali dell'IT che, non a caso, hanno scelto proprio Dublino come loro sede nel Vecchio Continente.

Ora però, Bruxelles passa alle maniere forti e parla di agevolazioni fiscali illegali che violano la legge europea sugli aiuti di stato alle imprese. Per questo ha condannato Cupertino a restituire, appunto, 13 miliardi di euro.
L’azienda di Cook ha potuto godere in tutti questi anni di una tassazione particolarmente favorevole che ammontava ad appena l’1% dei profitti nel 2013 e che negli anni è scesa fino allo 0,05%.

“Non si possono concedere vantaggi fiscali a determinate aziende” ha sentenziato oggi Bruxelles, facendo andare su tutte le furie non solo Apple, ma anche il governo di Dublino che ora teme che la sentenza abbia conseguenze sulla permanenza delle grandi aziende dell’IT nel suo territorio. In Irlanda hanno sede colossi come Google e Amazon, oltre all’azienda che fu di Steve Jobs. Sia il governo che Apple, quindi, hanno annunciato ricorso.
In un messaggio pubblicato sul sito europeo dell’azienda, Tim Cook ha spiegato di avere sempre “agito nei limiti delle leggi irlandesi” ed ha minacciato possibili “ripercussioni sui posti di lavoro”.

Tags :