Ai benchmark di AnTuTu, l’iPhone 7 sbaraglia la concorrenza

iphone-7-plus-size-b-640x375

Negli anni, Apple non ha proprio seguito le orme dei produttori di dispositivi Android, in termini di adozione di varie tecnologie. Per esempio, mentre molti telefoni Android avevano già dai 2 ai 3 GB di RAM, Apple era ancora ferma a 1GB. E ancora, se si stanno diffondendo chip d otto se non da dieci core, Apple non si schiodava dai sue dual-core.

Tuttavia, con il lancio dell’iPhone 7 e 7 Plus, Cupertino ha finalmente adottato un processore a quattro core, il suo A10 Fusion: un bel salto rispetto al precedente A9 che, appunto, era un dual core e la differenza si vede nelle performance. Secondo i recenti test benchmarks di AnTuTu, pare che l’iPhone 7 e il suo processore A10 Fusion sbaraglino la concorrenza.

Il telefono, infatti, ha raggiungo i 178.397 punti che è un terzo in più dell’iPhone 6s e supera anche ognuno dei 10 telefoni considerati più potenti nei test eseguiti nel mese di agosto. Tra questi dieci, il più potente ai test di AnTuTu è risultato essere l’OnePlus 3 con un punteggio pari a 140.288. Nella lista non figura il Galaxy Note 7 perché non era ancora uscito ai tempi dei test, quindi non sappiamo come sarebbe un confronto tra il top di gamma di Samsung e l’iPhone 7. Al momento però, l’ultimo smartphone di Cupertino guida la classifica.
Naturalmente, capire se l’utente finale riesca a percepire la differenza nell’uso quotidiano del telefono, non è così immediato. Vale la pena ricordare che i numeri dei test non sono per forza dagli indicatori fedeli. Molto dipende anche dal tipo di utilizzo che si fa di ogni dispositivo.

Tags :Sources :ubergizmo usa