Google vuole mettere il suo Google Assistant su hardware di terze parti

google-home-640x458

All'inizio dell'anno Google ha presentato la sua risposta a Echo di Amazon sotto forma di Google Home. Un piccolo altoparlante che integra Google Assistant come AI/assistente vocale. Ora, secondo una notizia pubblicata da Variety, pare che ci sia la possibilità che Google Assistant trovi applicazioni anche in hardware di terze parti.

Stando a quanto scritto sul blog, infatti, sembra che Google stia negoziando accordi con produttori di elettronica di consumo per caricare il suo Assistant sui loro dispositivi. Tuttavia, prima che ci facciate tropo la bocca, i negoziati non starebbero andando nel migliore dei modi possibile, perché Google sta provando a imporre la sua volontà chiedendo che Googla Assistant sia esclusivo sull’hardware prodotto o non se ne fa nulla.

Le fonti interpellate da Variety dichiarano che è una “richiesta impossibile” che ha portato all’interruzione di alcuni negoziati. Questo non significa che l’idea è stata abbandonata, ma per adesso sembra esserci una situazione di stallo. Ammettendo che tutto questo sia vero, sembra comunque che a Mountain View abbiano deciso di seguire le orme di Amazon che ha aperto la sua piattaforma Alexa ad altre aziende.

Secondo altre fonti, anche Apple starebbe pianificando un dispositivo simile con Siri e sarà interessante vedere se Cupertino sarà più flessibile. Nel frattempo, il costo e la disponibilità di Google Home dovrebbero far parte degli annunci previsti per domani, quindi tornate su questo blog per saperne di più.

Tags :Sources :ubergizmo usa