Anche Verizon e T-Mobile interrompono le vendite del Galaxy Note 7

galaxy-note-7-design_25-usb-c-speaker-640x359

Ricordate che vi abbiamo raccontato come AT&T, uno dei principali carrier statunitensi, abbia deciso di interrompere le vendite del Galaxy Note 7, anche di quelli sostitutivi? E ricordate anche che vi avevamo detto che non ci avrebbe stupiti se altri operatori di telefonia mobile avessero preso la stessa decisione? Ecco, è proprio quello che è successo: Verizon e T-Mobile hanno detto basta.

Le due aziende hanno infatti confermato che non venderanno più lo smartphone di Samsung per via delle indagini in corso sugli incidenti che hanno coinvolti i dispositivi sostitutivi.
“I clienti possono ancora portare i loro Note 7 oggetto di richiamo – si legge in una nota di T-Mobile -, oppure i Note 7 sostitutivi e possono scegliere tra altri dispositivi Samsung o di altri produttori disponibili con T-Mobile”.
Non troppo tempo dopo che T-Mobile aveva comunicato la sua policy riguardo i Galaxy Note 7, è arrivata anche Verizon con un’altra dichiarazione in cui conferma che fermerà le vendite dello smartphone e che non consegnerà alcun dispositivo sostitutivo fino a quando non saranno terminate le indagini su quanto accaduto.
Samsung deve ancora fare sapere se ci sono problemi con i Note 7 sostitutivi tali da renderli poco sicuri da usare. L’azienda ha solo detto, finora, che sta prendendo molto seriamente le notizie che riguardano i “nuovi” telefoni e che sta lavorando per scoprire le cause dei malfunzionamenti.

Tags :Sources :ubergizmo usa