Galaxy Note 7: Samsung ha “ucciso” lo smartphone, annunciando il blocco totale della produzione

galaxy-note-7-design_29-ear-speaker-640x359

Prima o poi doveva succedere. Dopo le notizie relative ai malfunzionamenti delle unità sostitutive del Galaxy Note 7 era solo una questione di tempo prima che Samsung ritirasse anche queste ultime o uccidesse definitivamente il telefono. Lo smartphone non sarà più venduto e i partner della compagnia non forniranno più unità sostitutive a tutti coloro che possiedono un Galaxy Note 7 parte del recall.

Samsung aveva annunciato per la prima volta il richiamo il mese scorso, dopo aver confermato che il GN7 aveva un difetto della batteria. In seguito la società aveva deciso di sostituire volontariamente più di 2,5 milioni di unità con dei nuovi telefoni, sicuri, che si presumeva non avrebbero presentato difetti.

Peccato che le cose non siano andate come sperato. Ci sono state segnalazioni relative a quasi due dozzine di unità sostitutive che hanno preso fuoco esattamente come il modello originale. I partner di Samsung negli Stati Uniti avevano già smesso di vendere il device ed offrire unità sostitutive e ieri, infine, l’azienda ha confermato ufficialmente che il Galaxy Note 7 non è più in produzione.

Un vero peccato, il telefono era senza dubbio uno dei migliori telefoni top di gamma lanciati nell’ultimo anno. Per il momento non siamo in grado di confermarvi se la disastrosa vicenda farà “cadere delle teste” ai vertici della società.

Se siete ancora in possesso di un Galaxy Note 7- richiamato o sostituito –dovreste aspettare che si scarichi per restituirlo al più presto dove lo avete acquistato. La maggior parte dei vettori e partner di Samsung vi permetterà di scambiarlo con qualsiasi altro device, alcuni vendor offrono persino un rimborso completo.

 

 

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA