Deadpool 2: Tim Miller lascia il sequel per divergenze con la star Ryan Reynolds

Deadpool (Ryan Reynolds) reacts to Colossus’ (voiced by Stefan Kapicic) threats.

Dopo il grande successo di Deadpool, non ci siamo sorpresi nell'apprendere che il film avrà un sequel. Ebbene, a volte può capitare che i "secondi capitoli" cinematografici vedano la partecipazione di un team diverso da quello originale, una decisione che può risultare buona o cattiva a seconda dei punti di vista. Per esempio, il franchise Saw sembrò perdere il suo fascino con la release dei capitoli successivi.

Questo è il motivo per cui possiamo immaginare che molti fan (compresi i sottoscritti) sono stati entusiasti di scoprire che Deadpool 2 avrebbe visto la partecipazione della squadra del primo lungometraggio. Peccato che la produzione abbia recentemente confermato che Tim Miller, il regista del primo film, non dirigerà il secondo capitolo a causa di divergenze creative con l’attore protagonista, Ryan Reynolds.

Stando alle notizie diffuse da The Wrap, la pietra dello scandalo è stata la scelta dell’attore che sarebbe andato ad interpretare il personaggio Cable. Miller voleva Kyle Chandler, ma Reynolds era assolutamente contrario alla decisione. Voi direte, la scelta spetta al regista! Beh, non questa volta, infatti il contratto rinegoziato di Reynolds garantisce alla star il potere di approvare o meno le scelte di casting.

Ora, che il sequel subisca o meno la mancanza di Miller alla regia resta da vedersi, ma possiamo confermare che gli sceneggiatori Rhett Reese e Paul Wernick sono ancora a bordo e, ovviamente, lo stesso vale per il protagonista Ryan Reynolds. Il nuovo regista non è ancora stato nominato.

 

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA