Tutto quello che c’è da sapere sui nuovi MacBook Pro di Apple

apple-macbook-pro-6-640x400

Se stavate sperando che i rumor sul nuovo MacBook Pro fossero veri, siete fortunati perché Apple ha svelato i nuovi laptop da 13 e 15 pollici confermando le indiscrezioni. Questo è l'aggiornamento, probabilmente, maggiore che Apple ha apportato al suo MacBook Pro perché non è ridisegnato, ma è più sottile e più leggero di prima.

Per quanto riguarda il 13 pollici, stiamo parlando di un laptop più sottile del 17% e più piccolo del 23%, mentre per il 15 pollici si tratta di un computer più sottile del 14% e più piccolo del 20% rispetto al predecessore, ma la funzione più interessante è certamente la “Touch Bar” (che i rumor avevano chiamato “Magic Toolbar”).
È un display retina multitouch che sostituisce i tasti di funzione. Permette agli utenti di regolare alcune impostazioni facilmente e, come sospettavamo, si adatterà a seconda dell’app che si sta utilizzando in quel momento. Inoltre, sarà in grado di fornire strumenti come nel caso in cui stiate editando delle foto e volete ruotare l’immagine o ridimensionarla. Ha anche un sistema di previsione del testo quando digitate. Ma siccome le app devono essere aggiornate con il nuovo SDK per sfruttare la Touch Bar, non aspettatevi di poterla usare con tutti i programmi immediatamente.

Apple ha anche integrato il Touch ID nella Touch Bar e l’ha coperto con una cover di vetro zaffiro. Il sensore usato è di seconda generazione ed è anche supportato dal nuovo chip T1 di Apple che eleva il livello di sicurezza per consentire l’uso di Apple Pay. Permetterà agli utenti di loggarsi sul Mac usando le impronte digitali e se più utenti usano lo stesso computer può individuarli immediatamente e passare da un profilo all’altro in modo fluido.
Altre novità riguardano un trackpad Force Youch più grande che secondo l’azienda è il doppio del precedente. Anche la tastiera è stata aggiornata e utilizza lo stesso meccanismo a farfalla del MacBook retina da 12 pollici, ma si tratterebbe di un meccanismo di seconda generazione e pare risponda molto meglio del precedente. Il display è stato aggiornato per essere più luminoso e più efficiente energeticamente di quanto non fosse prima.

Per quanto riguarda le specifiche hardware, sia il 13 pollici che il 15 pollici possono essere equipaggiati con GPU AMD Radeon Pro con il supporto fino a 4GB di VRAM.
Ancora, se pensiamo ai rumor, Apple ha abbandonato tutte le porte tradizionali. Al loro posto ci saranno quattro porte Thunderbolt 3 che possono anche essere usate come USB, HDMI, DisplayPort e ricaricarlo allo stesso tempo. La buona notizia è che il jack per gli auricolari c’è ancora, ma la cattiva è che è sparito lo slot per le SD. Apple ha dichiarato 10 ore di autonomia della batteria per entrambi i modelli.

In termini di prezzi e disponibilità si parte da 1.799 dollari per il 13 pollici e da 2.399 per il 15 pollici. I nuovi MacBook Pro saranno disponibili tra due o tre settimane, ma i preordini sono già aperti.

Tags :Sources :ubergizmo usa