Twitter dice addio a Vine: l’app di micro video sarà chiusa

vine-logo-20130201

Un paio di anni fa, Twitter aveva acquisito l'app di video brevi Vine, pagandola circa 30 milioni di dollari. Era un'idea del tutto nuova che permetteva alle persone di creare video di sei secondi e all'inizio Vine poteva contare su una solida comunità di videomaker indipendenti.

Ora, però, sono quasi tutti passati a Instagram che permette di girare video significativamente più lunghi. Ora pare che Twitter voglia chiudere Vine. O almeno, così ha annunciato l’azienda spiegando che l’app verrà chiusa “nei prossimi mesi”, ma i video registrati e pubblicati finora resteranno. “Diamo valore a voi, ai vostri Vine e cercheremo di farlo nel modo giusto” ha fatto sapere Twitter.
Vine aveva avuto un’ottima partenza, quando fu lanciato nel 2013, ma non ha mai realizzato il suo vero potenziale, La crescita ha subito un colpo quando è arrivato Instagram con il suo servizio video e da lì non si è mai ripreso.
La decisione di Twitter di far fuori l’app arriva in un momento in cui l’azienda sta cercando di tenere in piedi il suo prodotto principale: la piattaforma di microblogging. La crescita degli utenti è stata lenta in parte per via dei problemi di abusi dello strumento. Ed è la ragione per cui è sempre di questi giorni l’annuncio di significativi miglioramenti nella sicurezza che arriveranno il prossimo mese.

Tags :Sources :ubergizmo usa