MacBook Pro: Apple motiva la scelta di rimuovere lo slot per le schede SD

macbook-pro-without-touch-bar-640x323

Con l'annuncio dei nuovi MacBook Pro, molti avevano già ipotizzato che Apple avrebbe dismesso le porte USB-A a favore di quelle USB-C. Dal momento che lo USB-C è lo standard del futuro, si trattava tutto sommato di una novità prevedibile. In ogni caso siamo certi che la rimozione delle porte USB-A abbia suscitato un certo malcontento.

Ad ogni modo Cupertino ha rimosso anche lo slot per le schede SD, una scelta che ha sollevato non poche polemiche specialmente tra i professionisti che utilizzavano lo slot per trasferire rapidamente foto e video. Sorge dunque spontaneo chiedersi perché Apple abbia rimosso lo slot per le schede SD pur conservando il jack per le cuffie da 3,5mm.

Per Phil Schiller, che ha parlato con The Indipendent, i motivi sono questi: “A causa di un paio di cose. La prima è che si trattava di uno slot ingombrante. Poi esistono ottimi e rapidi lettori di schede USB, ed è comunque possibile utilizzare dei CompactFlash allo stesso modo delle schede SD.

Schiller ha inoltre aggiunto che, a causa della diffusione della tecnologia di trasferimento wireless implementata nelle macchine fotografiche, lo slot non è più necessario come una volta. In ogni caso, gli utenti che non possono proprio farne a meno possono sempre acquistare un lettore di schede SD di terze parti, peccato che si tratterebbe di un dispositivo in più, che costituirebbe un’ulteriore spesa.

 

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA