Un’altra class action contro Samsung e il Note 7, questa volta dal Canada

galaxy-note-7-design_05-black-camera-640x359-2

Samsung davvero non sembra avere tregua. L'azienda è stata denunciata nell'ambito di una class action negli Usa e ne ha una in corso anche in Corea. Ora pare che pure dal Canada sia partita una denuncia collettiva contro l'azienda. La ragione è sempre la stessa: i guai del Galaxy Note 7.

Secondo quanto recita la denuncia presentata in Canada, gli utenti chiedono non solo un risarcimento per i danni causati dal malfunzionamento del telefono, ma anche una dichiarazione dell’azienda sul fatto che le azioni intraprese durante la prima fase del richiamo erano sbagliate. Secondo i canadesi, Samsung avrebbe anche violato il Consumer Protection Act e il Competition Act canadesi.

Come abbiamo detto, le cose non sono messe bene per l’azienda sudcoreana che è ancora lontana dall’aver chiuso la questione Note 7 e che, non molto tempo fa, ha anche dovuto richiamare 2.8 milioni di lavatrici che pare si rompessero durante l’uso: una cosa piuttosto pericolosa, com’è evidente.

L’azienda ha anche comprato intere pagine di spazi pubblicitari su diversi quotidiani per chiedere scusa per tutto quello che è successo. È difficile dire se e come Samsung riuscirà ad uscire da tutto questo: la speranza è che il 2017 e il Galaxy S8 aiutino gli utenti a buttarsi alle spalle tutto questo.

Tags :Sources :ubergizmo usa