Trump vince le elezioni e il sito dell’immigrazione canadese va giù

canada-immigration-640x271

Prima di oggi, il fatto che se Donald J. Trump fosse stato eletto presidente degli Stati Uniti molti statunitensi avrebbero preferito lasciare il paese e vivere altrove, è sempre stata quasi una battuta, uno scherzo. Ovviamente, il vicino di casa Canada è la scelta più ovvia proprio per la sua vicinanza.

Se avete sentito le ultime notizie, saprete che Trump ha davvero battuto Hillary Clinton ed è stato eletto 45esimo presidente Usa e quello che sembrava solo uno scherzo è diventata improvvisamente un’opzione concreta al punto che il sito del governo canadese dedicato alle informazioni per chi vuole emigrare verso lo stato di Trudeau è andato giù per i troppi accessi, come si deduce dal messaggio di errore che compare a chi tenta di collegarsi.
Col passare delle ore e il consolidarsi del risultato elettorale, la situazione del sito è peggiorata e mentre scriviamo il messaggio che appare è “service unavailable” (se siete tenaci e provate più volte, a tratti è raggiungibile).
Ma il sito canadese non è l’unico ad essere stato invaso dagli utenti. Lo steso destino è toccato a qello della Nuova Zelanda. Che questo significhi che davvero gli statunitensi emigreranno in massa, rimane da vedere, ma di certo è il segno di una reazione molto forte da parte di una grossa fetta di cittadini Usa.

Tags :Sources :ubergizmo usa