Google Assistant sarà aperto a sviluppatori di terze parti

google-home-bases-fabric-metal-640x364

Gli assistenti vocali come Siri, Google Now e Cortana sono sostanzialmente chiusi agli sviluppatori di terze parti. Tuttavia, Amazon non ha seguito questa strada ed ha deciso di aprire Alexa anche ad altre aziende e questo ha prodotto una quantità di gadget e software creati appositamente per sfruttare i benefici di Alexa. Subito dopo, Apple ha seguito l'esempio decidendo di aprire Siri a sviluppatori di terze parti.

Ora, infine, sembra che anche Google farà lo stesso con Google Assistant. L’azienda ha infatti annunciato che Assistant sarà aperto agli sviluppatori a partire dal prossimo mese. Per i non sviluppatori, questo significa che potete aspettarvi che altre app, servizi e perfino hardware potranno usare Google Assistant come la propria IA d’elezione.
Al momento non siamo sicuri di chi sfrutterà l’SDK ed includerà Assistant nei propri prodotti, ma il potenziale è enorme. Fino ad oggi, Google Assistant era una funzione esclusiva dei Pixel, ma aprendolo ad altri sviluppatori Google potrà concorrere anche su questo piano con Amazon che ha cominciato abbastanza presto con Alexa. Intanto possiamo solo chiederci che tipo di prodotti e servizi vedremo sviluppare con Assistant.

Tags :Sources :ubergizmo usa