Amazon condannata a risarcire i genitori degli acquisti in-app fatti dai figli

amazon-sign-640x335

Un giudice federale ha stabilito che Amazon deve risarcire i genitori i cui bambini hanno fatto acquisti in-app tramite i giochi dai dispositivi mobili senza che i genitori stessi ne fossero a conoscenza o avessero dato il loro consenso.

Il giudice ha deciso che Amazon dovrà mandare un alert ai genitori e che dovrà procedere ai rimborsi dal prossimo anno. In sostanza, il giudice federale ha concordato con la Federal Trade Commission che all’inizio di quest’anno aveva avvertito che Amazon non aveva avvisato adeguatamente i genitori del fatto che nei giochi gratuiti era possibile effettuare acquisti in-app.
Non è raro che i bambini che giocano con i video giochi effettuino acquisti senza il consenso dei propri genitori i quali si ritrovano con conti spaventosi rendendosi conto che i loro figli hanno comprato funzioni, bonus e quant’altro senza che loro se ne potessero rendere conto.
La Federal Trade Commission ha stimato che i genitori abbiano speso in questo modo circa 86 milioni di dollari e sostiene che oltre a rimborsare questi soldi, Amazon dovrebbe pagare anche 26,5 milioni di dollari di multa.
Il giudice distrettuale John Coughenour ha commentato che la richiesta della FTC è troppo elevata ed ha concordato con Amazon sul fatto che la commissione avrebbe dovuto tenere in considerazione i tentativi falliti di accesso non collegati agli acquisti in-app e fatti dai bambini.
Il giudice ha rifiutato la richiesta di Amazon di restituire i soldi sotto forma di gift card.

Tags :Sources :ubergizmo usa