Google rinnova del tutto il suo Google Sites

google_sites

Google ha annunciato all'inizio di quest'anno che avrebbe rilasciato una versione del tutto rivista del suo Google Sites ed ha mantenuto fede alla promessa.
Fino ad ora, le novità sono rimaste in test con un ristretto gruppo di utenti attraverso il programma Early Adopter e ora l'azienda ha deciso che il prodotto è pronto per il grande pubblico.

Sites permette gli utenti di creare siti per team di lavoro e progetti anche se non sono in grado di scrivere una sola riga di codice HTML o di qualsiasi altro linguaggio di programmazione. Per questo erano necessari degli aggiornamenti, dato che le tecnologie web avanzano velocemente e tanto è cambiato negli ultimi anni.
La versione aggiornata di Google Sites vanta nuove funzioni come la capacità di tracciare le performance del sito con Google Analytics e maggiori opzioni per la personalizzazione. Ora è più facile di prima creare siti e aggiungere link, test, immagini e altri contenuti.

È anche realizzato per funzionare con le app di Google così che gli utenti possano facilmente inserire contenuti da applicazioni che usiamo più spesso come Google Maps o Google Drive. Collaborare sui siti è facile perché il nuovo Sites utilizza la stessa tecnologia di Google Docs per abilitare più utenti a lavorare simultaneamente.
Gli utenti di G Suite che hanno abilitato Google Sites possono ora iniziare ad usare la nuova versione. Contattata dai ragazzi di Ubergizmo Usa, Google ha fatto sapere che nel 2017 fornirà e raccomanderà opzioni che permetto la migrazione dalla versione classica di Sites a quella aggiornata. All’inizio del 2018, l’azienda avrà maggiori informazioni su un processo graduale per spostare tutti alla nuova versione e spegnere definitivamente quella vecchia.

Tags :Sources :ubergizmo usa