Electrolux sta considerando la creazione di un Uber per le lavatrici

electrolux_washer-640x321

L'idea alla base di Uber è che chiunque può diventare un driver del servizio, il che significa che, a differenza dei taxi, per i quali è necessaria una speciale licenza, Uber consente di diventare pilota a chiunque sia in possesso di una vettura. Tutto ciò si è tradotto in un grande business, con grandi (ed ovvie) rimostranze da parte delle compagnie di taxi che ritengono che Uber stia affondando la loro attività.

Tuttavia questi problemi potrebbero presto farsi strada del settore lavanderia. Infatti, parlando al Financial Times (paywall, via Engadget), il CEO di Electrolux, Jonas Samuelson, ha rivelato che l’azienda sta testando un “Uber” per le lavatrici tramite il quale, invece di utilizzare le proprie lavatrici e asciugatrici, potrebbero pagare per far lavare i loro vestiti a casa di qualcun altro! Un concetto che ha il potenziale per eliminare le lavanderie.

Samuelson ha riconosciuto che vi sono molti potenziali ostacoli legali e tecnici da superare per l’attivazione del servizio, specie nel caso una lavatrice dovesse danneggiare i vestiti di qualcun altro: come si risolverebbe la questione?

Non sappiamo se questa idea sarà mai in grado di superare la fase di test ma, se siete una persone che vive da sola e non ha un grande carico di biancheria, la condivisione potrebbe risultare un’ottima soluzione.

 

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA