Gli operatori australiani disconnetteranno i Galaxy Note 7 dalla rete cellulare

galaxy-note-7-s-pen_02-tip-640x359

A questo punto, speriamo che la maggior parte dei proprietari di Galaxy Note 7 abbiano restituito il loro dispositivo per avere un risarcimento o sostituirlo. Per coloro che non l'avessero fatto, Samsung offre diverse possibilità e incentivi per spingere gli utenti a restituire il telefono, ma se dovesse ancora resistere qualcuno, cos'altro può fare l'azienda?

In Nuova Zelanda gli operatori i telefonia mobile hanno messo i Note 7 in black list, il che significa che quelli che sono ancora in uso non potranno più accedere alle reti cellulari gestite dagli operatori locali.
“Samsung Electronics Australia sta lavorando con gli operatori delle telecomunicazioni locali – si legge in una nota dell’azienda – per interrompere i servizi della rete australiana per il Galaxy Note 7 che sono ancora in uso. L’interruzione della rete comincerà il 15 dicembre prossimo nell’ambito delle attuali misure di sicurezza per recuperare tutti i Galxy Note 7 colpiti”.
Sostanzialmente, gli utenti australiani che non hanno restituito il dispositivo difettoso, avranno in mano qualcosa che possono usare solo per navigare se connesso ad una rete wi-fi. Come abbiamo detto, Samsung ha fatto di tutto per spingere gli utenti a rimandare indietro i loro telefoni limitando la carica della batteria, inviando costanti notifiche, incentivando la sostituzione, ma si spera che questa mossa costringerà i più restii a procedere.

Tags :Sources :ubergizmo usa