La FAA obbliga le compagnie aeree a riavviare i Boeing Dreamliner ogni 3 settimane per evitare la perdita di controllo in volo

boeing-787-dreamliner

Il Boeing Dreamliner è un bellissimo aereo. Ma bellezza a parte, si tratta di uno degli aerei più tecnologicamente avanzati nei cieli in questo momento. Peccato che abbia avuto qualche problema a decollare. La FAA ha seguito tutte le compagnie aeree che hanno adottato l'aeromobile offrendo la sua consulenza e producendo una soluzione collaudata per risolvere i problemi con le macchie complesse: spegnere & riaccendere. La FAA sta infatti spingendo le compagnie aeree a effettuare il reboot dei Boeing Dreamliner ogni 3 settimane.

La Federal Aviation Administration ha infatti avvertito i piloti che, nel caso il velivolo venga lasciato acceso per più di 21 giorni, vi è il rischio di perdere il controllo. “Tutti e 3 i moduli di controllo di volo sul 787 potrebbero resettarsi contemporaneamente se mantenuti accessi per 22 giorni“, ha avvertito l’ente.

A quanto pare il problema coinvolge tutti e 489 gli aeromobili Dreamliner attualmente in utilizzo in tutto il mondo. 99 Dei quali sono registrati negli Stati Uniti. La FAA sta ora chiedendo alle compagnie aeree di riavviare il Dreamliner per garantire che questo problema tecnico non finisca per causare un incidente.

Le compagnie aeree (perlomeno negli Stati Uniti) dovranno riavviare il Dreamliner entro venerdì, ripetendo in seguito la procedura in un intervallo minore di 21 giorni. Nel frattempo, Boeing sta lavorando ad una soluzione permanente per questo glitch.

 

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA