Spotify porta alcune funzioni degli abbonati anche agli utenti free

spotify-640x336

L'offerta gratuita di Spotify non è affatto male, se non vi crea problemi avere qualche funzione in meno e sopportare la pubblicità. Coloro che preferiscono un'esperienza migliore, possono pagare l'abbonamento mensile a Spotify Premium. Secondo una nuova notizia, pare però che l'azienda stia pensando di portare qualche funzione a pagamento anche nella versione free del suo servizio, a partire dall'on-demand.

Sembra che Spotify lo chiamerà “Jump In” e permetterà agli utenti senza abbonamento che accedono da mobile, di usare le opzioni dell’on-demand su playlist selezionate.
Citando diverse fonti che hanno conoscenza diretta della situazione, The Verge riporta che Spotify ridurrà lo shuffle sui profili non abbonati permettendo agli utenti di scegliere brani on-demand da alcune playlist.
Gli utenti che non hanno sottoscritto abbonamenti a pagamento, al momento non hanno alcuna funzione on-demand. Sono alla mercè dell’algoritmo che riproduce la musica in maniera casuale e l’unica cosa che possono decidere è cosa vogliono ascoltare in una playlist, ma non possono scegliere singoli brani.
Spotify potrebbe introdurre questa funzione per tutti gli iscritti, ma le etichette musicali che rilasciano le licenze per la loro musica al servizio di streaming devono poter dire la loro. Le indiscrezioni sostengono che l’azienda sia in trattativa con le principali case discografiche e questo potrebbe ritardare l’uscita di Jump In. L’intenzione dell’azienda è di lanciare la nuova funzione nelle prossime settimane, ma Spotify non ha ancora confermato nulla, in proposito.

Tags :Sources :ubergizmo usa