È ufficiale: la dogana degli Stati Uniti richiederà informazioni in merito ai vostri social

etsa-form-640x256

A volte i nostri post sui social media possono rivelare molto rispetto a chi siamo. Questo in quanto i contenuti postati sui social possono lasciare intendere le nostre preferenze in merito a cibo, abbigliamento, tendenze politiche, tendenze religiose, orientamento sessuale e molto altro. In sostanza possono fornire un buon identikit di una persona e, talvolta, essere molto rivelatori.

Questo è il motivo per cui, a giugno, ci è stato riferito che la dogana degli Stati Uniti stava prendendo in considerazione l’idea di richiedere informazioni in merito ai social degli stranieri che si apprestavano ad entrare nel paese. Ebbene, se pensate che si tratti di una procedura piuttosto controversa, ci spiace informarvi che Politico (via Engadget) ha diffuso la notizia che la proposta ha ricevuto il via libera da parte del Department of Homeland Security.

Ciò significa che se vi recherete negli States, il form Electronic System for Travel Authorization (ESTA) da riempirsi alla dogana vedrà un campo aggiuntivo nel quale sarà necessario inserire i propri contatti social attivi. Il form dovrebbe essere facoltativo ma, probabilmente, se non volete essere trattenuti per la raccolta di maggiori informazioni, fareste meglio a compilarlo subito.

Ovviamente l’approvazione della proposta ha sollevato non poche critiche in ambito privacy e sicurezza. Come se non bastasse l’American Civil Liberty Union sostiene che il fenomeno provocherebbe discriminazione nei confronti “delle comunità arabe e musulmane, i cui nomi utenti, messaggi, contatti e reti social sarebbe esposti ad un approfondito scrutinio“.

 

 

 

Tags :Sources :Ubergizmo USA