Un portatile per tutti i bambini

Si aveva gi√† parlato della possibilit√† di creare dei computer a basso costo (100 dollari) per la fasce della popolazione pi√Ļ indigenti. Finalmente la compagnia Quanta di Taiwan ha firmato un accordo per la costruzione di questi OLPC (One Laptop Per Child), che si avvarr√† della collaborazione di MIT Media Labs, Quanta, e altre aziende come HP, Apple, Dell, Gateway, Sony, IBM, Sharp e Jujitsu, promettendo che ‚Äúrisorse ingegneristiche verranno messe al servizio del progetto OLPC durante la prima met√† del 2006 in modo da riuscire a immettere sul mercato i nuovi prodotti a partire dalla fine dell‚Äôanno‚ÄĚ. Basato sul sistema Linux, questo computer portatile avr√† un processore da 500 MHz, uno schermo in grado di visualizzare sia colori sia bianco e nero ad altro contrasto, 128 MB di RAM e 512 MB di memoria flash, quattro porte USB, connessione broadband wireless e funzioner√† ‚Äúdandogli la carica‚ÄĚ.

(da Design Technica tramite Gizmodo.us)