Portatori di pacemaker, attenti all’iPod

pacemaker.jpg
E' stato annunciato un nuovo studio, presentato ad alcuni cardiologi da un brillante studente diciassettenne americano.
In uno studio su 100 pazienti con pacemaker, Jay Thaker - sotto la guida di un cardiologo - ha affermato che vengono prodotte delle interferenze elettriche metà delle volte che un iPod è posizionato a pochi centimetri dal torace del paziente, anche per soli 5-10 secondi.

E' anche capitato a volte a distanze fino a 45cm. Il risultato è stato che la telemetria del dispositivo pacemaker legge un valore errato del battito cardiaco, e in un caso si è addirittura fermato il pacemaker stesso.
Considerando che l'età media di questi pazienti era 77 anni, non siamo sicuri che la Apple sia così preoccupata di perdere questa cruciale fetta di clienti.
Gizmodo UK