Apple, EMI e YouTube siglano il triangolo virtuoso, Warner Music viaggia da sola

EMI_Apple_YT_Triangle.jpg
Apple aggiunge YouTube a Apple TV. Le tracce EMI si comprano adesso su iTunes senza DRM. Il triangolo si completa adesso che EMI ha annunciato che condividerà una serie di suoi video musicali su YouTube e inoltre "permetterà" agli utenti di integrare alcuni materiali di EMI sotto copyright con le loro autoproduzioni. Vedremo cosa succederà quando (si, quando) i contenuti includeranno l'intero catalogo dei Beatles.

Nel frattempo, Warner Music, che ha un accordo con YouTube, ha annunciato che comincerà a distribuire video gratuitamente sui siti supportati da pubblicità degli artisti. Ok, in questo modo, cosa c'è di diverso rispetto ai siti che promuovono gli artisti che hanno già i video? Ah, già, la pubblicità. Grazie, WMG!
Sapete, a parte tutti questi intrallazzi e operazioni commerciali, siamo contenti di entrare di fatto nell'età d'oro dei video musicali. Intendiamo, niente intaccherà mai "Take On Me" degli A-Ha o "Virtual Insanity" di Jamiroquai, ma vogliamo che la nostra nuova musica sia presentata visivamente per essere recepita meglio dalla banca dati del nostro cervello? Si, lo vogliamo.
Gizmodo USA