Due sottomarini nucleari dietro le ricerche del relitto del Titanic


Secondo notizie giunte di recente e stando a quello che racconta lo scenziato stesso, il Dr. Bob Ballard, la riuscita ricerca del relitto del Titanic era in realtà parte di una caccia segreta a due sottomarini nucleari statunitensi affondati ai tempi della guerra fredda. L'USS Thresher e l'USS Scorpion furono entrambi affondati negli anni '60 e la Marina aveva bisogno di sapere cosa fosse successo ai loro reattori. Quando il Dr. Ballard si rivolse a loro nel 1982 per avere dei fondi per la ricerca del Titanic con il suo nuovo robot sottomarino per grandi profondità, la Marina colse l'occasione e gli diede i soldi che voleva a patto che prima cercasse i due relitti.
Ballard acconsentì, e nel 1984 iniziò le ricerche. Il Thresher era il più avanzato sottomarino d'assalto del suo tempo, ma nel 1963 ebbe un incidente durante un test che lo lasciò senza alimentazione. Il robot utilizzato da Ballard ha scoperto che affondò talmente in profondità che implose, distruggendosi in centinaia di pezzi.

Lo Scorpion, scomparve nel 1968 con i 99 membri dell’equipaggio, e si pensava che fosse stato vittima di un attacco sovietico. La ricerca effettuata nel 1985 rivelò un così vasto numeri di rottami che sembrava “come se fosse passato dentro un’affettatrice“. I dati rilevati dal robot dicono che la causa più probabile dell’affondamento è da attribuire a uno dei suoi siluri che non si è comportato come avrebbe dovuto ed ha colpito il sottomarino dopo il lancio.

Una volta che entrambi i relitti erano stati trovati e ispezionati e che il rischio radiattivo era stato cosniderato basso in entrambi i casi, Ballard potè dedicarsi alla ricerca del Titanic. A causa dei pochi fondi a quel punto a disposizione, ebbe solo 12 giorni per fare la sua spedizione, ma usò la stessa tecnica basata sulle scie di detriti che aveva usato per i due sottomarini. E naturalmente, ha funzionato.

Gizmodo USA