Violano l’account di Obama: sospesi impiegati di Verizon Wireless


Molti impiegati di Verizon Wireless, uno dei pi√Ļ diffusi operatori di telefonia e internet mobile degli States, si sono imbattuti, in quel vaso di Pandora che √® il data base degli account personali dei cellulari dei clienti, in quello del presidente eletto Barack Obama e non hanno potuto fare a meno di dare una sbirciatina furtiva. Fortunatamente, l'account era vecchio e in disuso, non ci sono indicazioni sul fatto che email, voicemail o normali chiamate fossero monitorate e al massimo gli impiegati hanno potuto vedere quanto spendeva in telefonate Obama. O almeno cos√¨ sostiene il Ceo di Verizon Wireless Lowell McAdam. E gli impiegati sono stati sospesi. Ecco cosa dice il comunicato ufficiale di Verizon:

“Questa settimana siamo venuti a conoscenza del fatto che alcuni impiegati di Verizon Wireless hanno avuto accesso, senza autorizzazione, all’account personale del cellulare del presidente eletto Barack Obama. L’account era in disuso da parecchi mesi. Il dispositivo a cui faceva riferimento l’account era un semplice telefono, non un BlackBerry o uno smartphone che potesse ricevere e inviare email o usufruire di altri servizi dati.

Tutti gli impiegati che hanno violato l’account, a prescindere che fossero autorizzati o meno, sono stati messi in aspettativa retribuita. Dal momento che le condizioni di ogni singolo impiegato che ha avuto accesso all’account sono diverse, l’azienda si riserva di prendere appropriati provvedimenti caso per caso. Gli impiegati che avevano legittime necessit√† di accedere a quel data base, saranno reinseriti regolarmente, mentre coloro che lo hanno fatto impropriamente e senza giustificato motivo dovranno affrontare azioni disciplinari appropriate.

Ci scusiamo con il presidente Obama e lavoreremo ogni giorno per mantenere la fiducia che i nostri clienti ripongono in noi”.

[Fonte: Gizmodo USA]