Crisi economica: Obama punta sulla ricerca scientifica


Mentre alcuni governi stanno pensando di affrontare la crisi a colpi di tagli e progettando centrali nucleari, qualcun altro punta sulla ricerca e sulla tutela dell'ambiente. Barack Obama ha proposto il bilancio per il 2010 puntando a ciò a cui Bush non aveva mai puntato, comprese ingenti spese per le agenzie che si occupano di ricerca, tra cui la NASA, l'EPA e il Dipartimento per l'Energia.
La NASA avrà 700 milioni dollari, che non è poi tantissimo, ma se lo sommate al miliardo di dollari ricevuto grazie al cosiddetto "Stimulus Package", il provvedimento creato per dare stimoli all'economia, non è affato male. La cosa interessante è che il budget prevede che la NASA ritiri i suoi tre shuttle entro il 2010, dando una spinta all'Oriona Crew Exploration Vehicle proposto dal predecessore di Obama.

L’Environmental Protection Agency (Agenzia per la tutela dell’ambiente) incrementer√† il proprio bilancio del 35% grazie ad un finanziamento di 2,7 miliardi di dollari, oltre ai 7 miliardi gi√† ricevuti con lo Stimulus Package.

La National Science Fountation (Fondazione Nazionale per la Scienza), che gestisce tutta la ricerca non medica e ingegneristica, ha ottenuto un aumento di budget dell’8,5%, che insieme ai soldi ottenuti dallo Stimulus Package, arriva a 10 miliardi di dollari.

Come si dice, il mondo è bello perché è vario. Peccato che non sempre possiamo scegliere con quale variante stare.

[Fonte: Gizmodo USA]

Tags :